illustrazioni
 

Gli Alberi

Qua trovate tutte le mie poesie scritte dopo "Semi d'Autunno" e soprattutto dal fine 2007.
Sono molto importanti anche queste per me, come ogni cosa che ho scritto in questi anni, sono espressioni della mia percezione della vita.
Dell'amore e di tutto ciò che mi rende vivo.
Buona lettura.
Martin

Phoca Facebook Comments

Share on Myspace
You are here:
Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Oh Luna

( 7 Votes )
La Luna...
Oh, Ella..
Ecco poco fa mi ha osservato, da dentro con dolcezza.
Senza invadenza.
Senza nulla pretendere.
Amare non è chiedere.
E' dare...
             e condividere.
Quali cose non importa...

Immersa nel blu più vero, non falcata e finemente dorata nel manto.
Un contrasto incantevole...
Musica soave.
"Fur Elise" mi pare di sentire, lontano lontano nel cielo illimitato.
I miei pensieri Lei scruta.
Sa, i miei occhi e il mio cuore cosa cercano ed osano.

Oh, Luna, Luna mia.
Ora madre,          ora guerriera,          ora sorella,          ora amante.
Tu di tutti noi sai i segreti più profondi.
Li custodisci in silente immortalità.
Bellissima.
Mi chiami a te,
fai bollire il mio sangue trasognato.
L'argento mi accompagna.
Mi lusinga.
E ti attendo.

Ma l'hai vista anche tu, stasera?
Hai alzato il muso all'aria, e ti ha rapito l'anima?

Sono stanco di non amare, sai?
Di non lasciarmi andare.
Di non "posarmi".
Essere innamorati è,          fantastico.
   E' qualcosa che non puoi spiegare.
   Lo percepisci e lo accudisci come noumeno di se stesso.
   Ma lo vivi solo come fenomeno.
   Anche se non sempre.
   Spesso non puoi esperirlo se non in te.
   Non con il corpo, ma nel corpo.
   O almeno, così vale per me.
..ma non è amare..

Immaginarti, sì, oltre la mia carne, provare il tuo odore.
O riprovarlo..
Berti dagli occhi.
In umili calici di pelle e denti.
Soffiare, a voce bassa, infiammando gli stomaci.

Io, veglio su di queste terre.
Io, ti aspetto, Luna umana.
So che arriverai.
E ti conosco.
Siamo divisi da nuvole estranee.
Ma siamo così vicini.. nevvero?
Che se sposto la mia mano, sfiorandoti, t'incontro.

E ti sento ridere, e ridere...
E la vita mi da vita, immantinente.
Mi nutre dolcemente.

E ti ringrazio ancora.
Non ti scanso, perché credo in te.
Oh, Luna.
E non ti chiederò mai niente, ma acceterò quello che sei.
Quello che non sei.
Non pretendo da te nulla oltre quello che già mi dai, e mi hai dato.

Non tramontare, domani, te ne prego.
Cullami ancora un poco, stanotte.
Lasciami solo sognare ancora di averti accanto.
Ne ho così bisogno, e di te, e di me.
Solo questa notte.
Scaccia la mia tristezza.
Spazza via la melanconia dal mio corpo polveroso.
Poi raggiungi i tuoi alloggi a est.
Da dove sorgi ogni dì, sempre.
Oltre il mondo e il tempo.

Oltre me.
Oltre te.

Stai con me..
 

About the author Martin - Andrea Franzino

 

Martin (Andrea Franzino)

"Per cadere, basta una spinta.
Per volare, ci vuole perseveranza." 

Le mie Poesie 
I miei Aforismi  

More about Martin - Andrea Franzino

Design by Martin:

logo_kc_OVER

Google +1


By PLAVEB

Creative Commons

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

Se volete donare per permettermi di poter manutenere e migliorare questo blog di poesie, sentitevi liberi nel farlo. Ovviamente vi ringrazio per l'attenzione. Martin

Importo: 

Cerca nel blog

Ritroviamoci su Facebook!


Promuovi anche tu la tua pagina

IL MIO LIBRO

Banner

guestbook

Symbol